Sei in: Home > Figure Professionali Ambientali > Aree protette e turismo sostenibile > Promotore di sviluppo turistico sostenibile

Promotore di sviluppo turistico sostenibile (3 liv.) (aree protette)

Profilo sintetico

Coordina l'organizzazione turistica sviluppando le capacità imprenditoriali esistenti, qualificando l'offerta turistica e promuovendo la stessa a livello nazionale ed internazionale. Rappresenta la sintesi tra domanda e offerta turistica; è orientato alla sostenibilità dei flussi turistici; aperto all'innovazione; in grado di realizzare progetti integrati, finalizzati alla costruzione della rete ecologica nazionale in cui l'elemento di valorizzazione del parco (turismo agroalimentare) si coniuga con la tutela della stessa area (biodiversità, ecc.).

Processo lavorativo

  • Erogazione e promozione turistica

Ruoli lavorativi (riferibili alla figura professionale)

  • Direttore di consorzi turistici rappresentativi della realtà territoriale dell'area protetta
  • Direttore di agenzie turistiche nazionali specializzate in aree protette
  • Consulente di parco
  • Direttore della sezione parchi di regioni e provincia

Contesti organizzativi / occupazionali

  • Enti locali
  • Enti parco
  • Enti pubblici
  • Cooperative polifunzionali
  • Consorzi di sviluppo sostenibile
  • Agriturismo
  • Agenzie nazionali di turismo

Compiti lavorativi

  • Progettare pacchetti diversificati di offerta turistica sostenibile sulla base del target (anziani, giovani e/o scolaresche, ecc.) e delle caratteristiche del luogo
  • Pianificare gli interventi attuabili/non attuabili nell'ottica dello sviluppo sostenibile, al fine di valorizzare e tutelare la zona secondo un approccio sistemico
  • Sensibilizzare la gente che abita e/o lavora nel parco alla sua realtà, particolarità e necessità, fino ad orientarne e promuoverne le azioni
  • Individuare soluzioni turistiche specifiche per il territorio di riferimento
  • Ricevere gli input dalle figure private (guide, ristoratori) e trasformarli in output da proporre agli enti pubblici e alle imprese private del settore turistico
  • Sensibilizzare il sistema creditizio affinché sia favorevole ad investimenti finanziari nel parco e nell'area protetta

  • Mantenere i rapporti con l'esperto in gestione di turismo ambientale
  • Contattare e conoscere gli elementi che agiscono nel "sistema del parco": sistema creditizio, sistema dell'edilizia abitativa, lo sviluppo urbano, i trasporti, l'innovazione tecnologica, ecc.

  • Valorizzare, in stretta collaborazione con gli enti locali, le risorse naturali e paesaggistiche del territorio
  • Proporre progetti per valorizzare le risorse dell'area protetta, integrandoli nei progetti di sistema promossi dal Ministero Ambiente, dalle regioni, dalle associazioni ambientaliste, ecc.
  • Contribuire allo sviluppo della rete ecologica
  • Favorire interventi ed azioni turistiche innovative nella direzione di uno sviluppo sostenibile

Competenze professionali

  • Possedere nozioni approfondite di economia sostenibile, biologia, bioedilizia architettonica (risparmio energetico/energia rinnovabile)
  • Conoscere le scienze naturali e geologiche (flora e fauna; geologia) e conoscere la loro declinazione relativamente alle caratteristiche del luogo
  • Possedere conoscenze naturali, artistiche, ambientali, storiche, architettoniche, di usi e costumi
  • Conoscere i concetti e le categorie descrittive sui parchi e le aree protette in generale
  • Possedere nozioni di promozione turistica
  • Conoscere le tecniche e i significati della comunicazione interpersonale, negoziazione e mediazione
  • Conoscere la storia del luogo: bellezze, tradizioni (anche culinarie ed enologiche)
  • Possedere le conoscenze normative di riferimento: legge quadro sulle aree protette, legge Galli, convenzione internazionale sulla biodiversità, ecc.

  • Saper orientare e sviluppare le politiche di sviluppo locale endogeno
  • Saper cogliere, e quindi trasformare, i segni positivi e negativi che gli provengono dal "basso", dal tessuto in cui opera
  • Essere in grado di assumere il territorio come unità di riferimento e di individuare soluzioni turistiche specifiche per singole unità locali
  • Saper sviluppare rete di contatti con istituzioni, enti di gestione turistica, sistema scolastico, sistema enogastronomico, sistema termale, beni culturali, ecc.
  • Possedere buone capacità comunicative, di negoziazione e di mediazione
  • Saper coordinare azioni, attività, interventi riferiti al turismo sostenibile
  • Saper trasformare i vincoli di un'area protetta in opportunitÀ di sviluppo sostenibile
  • Essere in grado di accedere ai finanziamenti comunitari, nazionali e regionali

  • Essere creativo e flessibile, ecosensibile ed accettare il principio di precauzione
  • Essere disponibile all'innovazione di prodotto, di processo e organizzati
  • Non essere orientato verso scelte dirigistiche
  • Essere disponibile ad assumere un ruolo di sintesi propositiva tra le istanze della popolazione locale e le esigenze dei nuovi turisti dei parchi

Aspetti istituzionali

  • Formazione scolastica
  • Corsi professionali
  • Laurea specialistica di secondo livello (5 anni), preferibilmente in Economia, Architettura, Scienze Politiche, Scienze Ambientali
  • Esperienza
  • Percorsi professionali
  • Stage
  • Esperienze in promozione turistica e in management
  • Sviluppo professionale
  • Iter di carriera
  • Ruoli di direzione in enti e istituzioni pubbliche, agenzie turistiche, pro loco, agenzie di promozione turistica
  • Associazioni professionali di riferimento