Sei in: Home > Figure Professionali Ambientali > Energie rinnovabili

Energie rinnovabili

La prospettiva assunta

La ricerca si sviluppa intorno alla necessità di non operare fratture tra la politica ambientale e quella del territorio nelle sue diverse articolazioni e di integrare tra loro politiche ed azioni diverse che hanno conseguenze profonde e durature sull’assetto del territorio e dell’ambiente. Tra queste le più importanti sono le politiche urbanistiche e del territorio, quelle energetiche, quelle della difesa del suolo e delle risorse naturali, paesaggistiche, storiche e culturali. Occorre, quindi, affrontare in modo sistemico e contestuale, in ambiti di interesse strategico, i temi dello sviluppo sostenibile e della riorganizzazione territoriale e dare centralità alla pianificazione del territorio e dell’ambiente.

Affinché ciò avvenga alcuni principi, quali: il principio della globalità, del limite e della responsabilità, debbono guidare alle diverse scale le politiche del territorio e dell’ambiente.

E’ cioè necessario al pari degli interventi e delle strategie di pianificazione territoriale e di politiche integrate del territorio, promuovere la socializzazione della responsabilità di un consumo razionale ed appropriato. Questo si radica nella convinzione della imprescindibilità della partecipazione democratica per lo sviluppo di soicietà sostenibili.

Le figure professionali

Nell’individuazione delle figure professionali è stato preso a riferimento il macroprocesso della Pianificazione e controllo, articolato a sua volta in tre distinti processi (che prefigurano altrettanti livelli di professionalità): il processo di programmazione, il processo di progettazione ed il processo di informazione che si pone in modo trasversale quale finalità/funzione delle specifiche figure professionali. Tale funzione è stata vista come garante del trasferimento dei valori energetico ambientali sostenibili a livello comunicativo, informativo, formativo ed educativo, finalizzato ad intervenire direttamente sugli atteggiamenti e sugli aspetti comportamentali.

La considerazione data al macroprocesso della Pianificazione e controllo è dovuta alla consapevolezza che solo a livello di pianificazione è possibile garantire un approccio ed un orientamento unitario attraverso l’integrazione delle diverse politiche ed azioni che incidono sull’assetto del territorio e dell’ambiente.

Sono state, analiticamente, descritte in termini di profilo professionale, contesti occupazionali/organizzativi, compiti lavorativi e competenze professionali, le figure professionali di:

  • Manager del governo del territorio
  • Manager esperto nella programmazione energetico-ambientale-territoriale
  • Esperto di progettazione di sistemi di energie rinnovabili

Per chi è interessato a saperne di più

I risultati di questo percorso di ricerca sono confluiti nella pubblicazione Unione Europea FSE, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Isfol, Formazione ed occupazione in campo ambientale. Parte prima, cap.2. Franco Angeli, 2003

Approfondimenti